+390386733469 info@danielezanini.com

Hai un’attività e non hai mai sentito parlare di Video Explainer? Magari hai sentito altri nomi che definiscono quello che è effettivamente un Video Explainer. Nasce da un’esigenza: cercare di tenere l’attenzione su contenuti efficaci e visivamente coinvolgenti che abbiano una breve durata. Oggi ti parlerò in dettaglio di cos’è un Video Explainer e perchè può essere terribilmente utile nel promuovere un prodotto, un servizio o un evento.

Cos’è un Video Explainer

Tradotto dall’inglese significa letteralmente “video che spiega”.

E cosa spiega?

parte di un video explainerEcco un esempio per farti capire rapidamente: immaginiamo che abbiamo un’attività che vende voli e viaggi in tutto il mondo.

Nel caso in cui vogliamo promuovere la nostra attività con un video explainer quest’ultimo potrà contenere questi aspetti:

  • il cliente di riferimento frustrato o in difficoltà nel cercare voli e viaggi partendo in sicurezza;
  • le caratteristiche chiave che distinguono la nostra fittizia agenzia viaggio dai concorrenti;
  • vantaggi relativi ai pacchetti viaggio (assicurazioni, convenienza, servizi privilegiati);
  • benefici dall’usufruire i servizi proposti dall’agenzia viaggio;
  • gli svantaggi dal non utilizzare questo servizio come offerte con scadenza, poca sicurezza per il viaggio, ecc;
  • una call to action per indirizzare chi ha visto il video verso un modulo di contatto, il numero di telefono o altre forme di contatto.

Avendo questi contenuti formulati e studiati secondo uno script o sceneggiatura, il nostro Video Explainer prenderà una forma ben precisa.

A queste caratteristiche aggiungiamo una musica di sottofondo e uno speaker professionale, così che 2 dei nostri sensi sono coinvolti in questo processo.

L’attenzione, merce rara

Altro aspetto fondamentale è la durata: difficilmente un Video Explainer supera i 60 secondi.

Questo perchè l’attenzione di cui una persona dispone è limitata. E lo è sempre più!

L’utilizzo costante di smartphone, tablet e computer ci distrae continuamente!

Questa costante distrazione ci porta ad aver ridotto sensibilmente la nostra attenzione.

Di conseguenza un video explainer non risulterà mai troppo lungo.

Il rischio è che l’utente non arriverà mai a concludere il video e vedere quindi la call to action finale che lo porterà a compilare un modulo, inviarti un’email o a telefonarti.

Youtube tra l’altro ha implementato sempre di più quello che è un’attenzione maggiore non tanto verso quante visite, ma a quanta attenzione viene posta al video.

E’ possibile, tra l’altro, tramite il proprio canale Youtube, vedere dove e come l’attenzione scende man mano che si guardano i contenuti proposti.

Osservare come i propri contenuti vengono visti dal pubblico è una metrica molto importante da valutare: se gran parte dei visitatori se ne vanno dopo pochi secondi, c’è qualcosa che non funziona. Il video non è coinvolgente oppure è indirizzato ad una platea di visitatori fuori target?

A cosa serve un Video Explainer?

Lo scopo del Video Explainer non è univoco anche se si tratta sempre di spiegare qualcosa.

Ad esempio, il miglior modo per utilizzare un Video Explainer ed ottimizzare il ROI (Return of investment) è quello di posizionarlo in una Landing Page, o pagina di atterraggio.

Questo è dovuto al fatto che una Landing Page di per sè è un buon strumento per convertire visitatori in clienti se ben strutturata.

Se a questo aggiungiamo l’audio, la voce di uno speaker professionale e grafiche animate avvincenti è molto più probabile poter avere un tasso di conversione maggiore.

Chiaramente non è un processo statico: la landing page dovrà essere ben scritta e il video dovrà dare enfasi a ciò è stato scritto, in modo da catturare con maggior forza l’attenzione di chi è arrivato sulla Landing Page.

esempio video explainer

I Video Explainer sui Social

I Video Explainer si prestano ad essere utilizzati molto bene sui Social come Facebook, Twitter, Youtube, Google+, Linkedin e via discorrendo.

Il vantaggio importante dell’utilizzare un Video Explainer sui Social ed associato a Fan Page su Facebook, Pagine Aziendali per Google+ e Linkedin, permettono una veicolazione del video sfruttando poi quegli strumenti per annunci a pagamento che ogni piattaforma possiede. Questo permette di far vedere il tuo video a molte più persone e soprattutto a persone con interessi specifici, ovvero  coloro verso le quali vuoi dare maggior importanza ed attenzione.

Ciò comporta strategie specifiche che a seconda dell’ambito al quale ti rivolgi, avranno determinate caratteristiche univoche. Un Video Explainer per un’agenzia viaggi sarà inserito in un processo di conversione da visitatore a cliente differente rispetto a chi sviluppa software aziendale. Le persone alle quali ci rivolgiamo hanno interessi differenti, comportamenti differenti ed esigenze differenti.

Mostra la tua identità

Avere un video explainer quindi ti permette di avere un video su misura per le tue esigenze per comunicare con le persone potenzialmente interessate. E cosa succede se aggiungessi anche il tuo logo animato alla fine o all’inizio? Tutto l’insieme se ben strutturato e ben fatto, ti permette mostrare in modo ineccepibile la tua identità aziendale o lavorativa fornendo quindi una base solida sulla quale i tuoi valori e il tuo modo di lavorare sono trasparenti e comprensibili. Da quella base puoi muoverti attraverso una serie di strategie come il posizionamento, il pricing e dei testimonial per rafforzare ulteriormente il tuo modo di lavorare.

Ricapitolando un Video Explainer rappresenta il modo più diretto e semplice di comunicare verso altre persone e ciò viene ampiamente notato dalla quantità sempre maggiore di contenuti video che vengono caricati e visti su Youtube, Facebook e Twitter.

Perchè vorresti avere un Video Explainer

Considerate le caratteristiche che un Video Explainer possiede, abbiamo la possibilità di sfruttarlo a piene mani per migliorare la percezione che il nostro pubblico ha di noi per incrementare l’autorevolezza, la trasparenza e adottando una comunicazione dove nulla viene lasciato al caso.

A tal riguardo infatti vorrei ricordare che non esiste un opposto della comunicazione, ovvero non è possibile non comunicare.

Quale che sia il nostro comportamento a livello lavorativo, dal non fare niente, al passaparola al video aziendale extraficus, questo è quello che viene percepito dal nostro pubblico.

Quindi ti lascio una riflessione: come stai comunicando la tua azienda in questo momento? Scrivimi un messaggio!